Sanificazione a Torino: interviene la Guardia di Finanza per corruzione

Cronaca Live

Sanificazione a Torino: interviene la Guardia di Finanza per corruzione

Al centro dell’indagine una tangente da ottomila euro

Pubblicato

il

Guardia di Finanza Torino

TORINO – Arresti e perquisizioni della guardia di finanza nel quadro di un’inchiesta per corruzione su un appalto di servizio di pulizia e sanificazione anti Coronavirus. Si tratta di un sviluppo dell’operazione ‘Linda’, che a metà marzo aveva portato ai primi provvedimenti: uno era a carico di un dipendente del Comune di Nichelino, chiamato in causa nella veste di Presidente della Commissione della gara regionale centralizzata per l’affidamento dei servizi di pulizia per enti della Regione Piemonte. Al centro dell’indagine c’è una tangente di circa ottomila euro.

Le persone arrestate

Gli altri arrestati sono Mario Volpe, che compare tra i soci dell’impresa di pulizie pugliese ‘La lucentezza’, Francesco Chieti, considerato dagli inquirenti la persona incaricata di portare la somma da Bari a Torino, e Massimiliano Mastrorillo, titolare di un’azienda di pulizie nel torinese che avrebbe anticipato il denaro per conto della ditta pugliese.

Leggi qui per conoscere tutti i dettagli della vicenda

1 Commento

1 Commento

  1. Pingback: Sanificazione a Torino: interviene la Guardia di Finanza per corruzione - True Story

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *